SCANDALE

SCANDALE

Al centro del Marchesato, arroccato su una collina, sorge Scandale. Fu fondata nel 1555 dal principe Galeotto Carafa anche se il paese vanta antiche origini. A testimonianza di ciò nel territorio sono stati rinvenuti vari reperti archeologici risalenti al Neolitico. Insieme a San Mauro divenne parte integrante del territorio di Santa Severina, ed ebbe come feudatari i Ruffo, i Carafa, gli Sculco di Crotone e i Grutther.

Ricordiamo il terremoto del 1832 che distrusse decine di case, causando la morte di tre persone ed il ferimento di tante altre. Le case furono ricostruite dal barone Drammis e dal comune. Il centro storico propone alcuni palazzi nobiliari come il settecentesco palazzo Drammis, edificato in piazza San Francesco.

Le due chiese più antiche sono: la Chiesa Madre dedicata a San Nicola, e la chiesa dell'Addolorata. Entrando nel paese ci accoglie il Santuario di S. Maria del Condoleo. Nella vicina frazione di Corazzo si erge l’Eremo della Santa Croce. Si tratta di un luogo di preghiera e riflessione situato in una silenziosa vallata.

Gran parte dell’economia si basa sul comparto agricolo e su produzioni di qualità che puntano il loro interesse guardando sempre più alla filiera biologica. Da segnalare la vasta produzione di olio d’oliva che si fregia della DOP del Marchesato; la presenza di numerose aziende zootecniche e da trent’anni la presenza sul territorio di un’azienda a conduzione familiare che produce diverse varietà di miele di eccellente qualità.

Tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, grazie all’operato della Pro Loco, si svolge la Sagra del fico d’india.

 “U cunvitu” (pasta e ceci piccante) è un piatto tipico legato ai tradizionali fuochi di San Giuseppe (i luminari) che si svolgono ogni anno nella serata del 18 marzo.

IMMAGINI:

1 Santuario di S. Maria del Condoleo

2 Palazzo Drammis

3 Portale della Chiesa Madre San Nicola

4 Chiesa dell’Addolorata

5 Eremo della Santa Croce

6 Gregge

7 La smielatura

8 Invasettamento

9 Varietà di Miele

10 Fichi d’India

Testi e Foto di Maria Francesca Greco - Tirocinante Bluocean’s Workshop patrocinato da National Geographic, realizzati per il progetto "B-Kroton- Il bello della provincia di Crotone" dedicato ai ventisette comuni della provincia di Crotone.